AGOSTO

01/08/2021
La pianta del mese
AGAVE
“IL CESPUGLIO DELLE MERAVIGLIE”
Così si definirono gli Spagnoli quando conquistarono l’America.
Quasi tutte le Agavi sono originarie del centro America e delle zone limitrofe, Venezuela, Messico, Colombia e l’area meridionale del Nord America, dove il freddo non è così pungente.
Per questo in Italia trovano il loro habitat naturale nelle zone meridionali e lungo le coste.
Pianta che mal sopporta il freddo, in generale possiamo dire che le specie di grande taglia e con foglie in tinta unita come “Agave Americana” sono più rustiche e più resistenti alle basse temperature.
Ma, complici anche le temperature invernali più miti negli ultimi anni, l’Agave è comparsa anche nei giardini del Nord Italia, a patto però, che le piante vengano piantate in terreni asciutti e ben drenati; Perché la combinazione di basse temperature e forte umidità intorno all´apparato radicale rende impossibile la vita per tutte le Agavi.
L’Agave è una erbacea perenne da collocare nel gruppo delle succulente, della famiglia delle Agavacee a cui appartengono circa 250 specie.
Molto interessanti sono le foglie disposte a spirale e in molte specie, protette da spine e coperte da uno strato quasi ceroso che ne limita le perdite di acqua.
Pianta abbastanza rustica e dalla facile gestione nei giardini, l’Agave può essere usata da sola, in angoli isolati, oppure in aiuole dai forti connotati di tipo mediterraneo.
Per gli Aztechi, l’Agave era un dono degli Dei, da essa ricavavano attrezzi per la vita di tutti i giorni e materiale per le coperture delle case.
Da alcune specie, in particolare, ancora oggi si ricavano prodotti molto usati, il sisal da Agave Sisalana e la Tequila da Agave Tequilana.

Domande? Parliamo
Vivaio La Betulla
Contattaci
La fiorista
Public Relations
Online